Fine anno: L’ultima sfida del 2020 per gli affitti brevi

giovedì 17 dicembre 2020

Fine anno: L’ultima sfida del 2020 per gli affitti brevi

Le feste natalizie di quest’anno saranno indubbiamente diverse da tutte le altre. Le restrizioni sulla mobilità, messe in pratica in ogni paese, limiteranno la possibilità di festeggiare in luoghi lontani da quello dove si risiede, e la mancanza di eventi o feste pubbliche costringeranno a festeggiare a casa con un nucleo limitato di persone. 

Nonostante tutto, malgrado la situazione in cui ci troviamo, i property managers hanno comunque la possibilità di analizzare il contesto ed individuare le opportunità di vendita che si celano dietro. Sarà dunque fondamentale esplorare tutte le possibilità per cercare di individuare e sfruttare tutte le occasioni che si presenteranno all’interno del raggio di azione concesso.


Volendo analizzare la situazione in cui ci troveremo, inevitabilmente condizionata dalle varie normative che in parte giá conosciamo, possiamo supporre che molti approfitteranno dei buchi nel calendario, quando la mobilità sarà ancora concessa seppur con limitazioni, per affittare quella che molto probabilmente sarà una casa rurale e quindi spostarsi per festeggiare in un luogo diverso. Questa ipotesi suggerisce che i potenziali clienti saranno per lo più nazionali e che arriveranno tramite trasporto terrestre.


Dipendendo dalla normativa nazionale sarà possibile spostarsi in provincia o magari poco oltre per cui sarà fondamentale che l’host dia tutte le informazioni possibili sui luoghi di interesse tenendo conto del profilo del cliente.

Se volete scoprire di più sul nuovo profilo di turista in tempi di pandemia potete recarvi a questo post.


La fase dell’arrivo è molto importante, come già trattato in precedenza in quest’altro post, quindi potrebbe essere una buona idea decorare le proprietà con qualche tocco natalizio. La prima impressione, normalmente emozionale, è molto importante. Per arricchire l’esperienza si puó inoltre puntare sulla classica cesta con dentro dei dolci natalizi e qualche prodotto tipico locale, o su qualcosa di più personale come una lettera di benvenuto scritta a mano, magari con dei fiori, da trovare all’arrivo.


A parte la decorazione, un altro aspetto fondamentale continuerà ad essere la pulizia. Se questa era già importante prima della pandemia mondiale figuriamoci ora dove ci sono addirittura protocolli specifici da seguire.


Infine, oltre alle raccomandazioni di rito, quest’anno la domanda dovrà essere spronata per cui sarà fondamentale sfruttare tutto il potenziale delle reti sociali con delle pubblicazioni continue e regolari da abbinare con diverse offerte usando tutta la nostra fantasia per attirare per lo meno l’attenzione dei potenziali clienti. Al tempo stesso, ora più che mai, è il momento di contattare i clienti passati per cercare di invogliarli a prenotare di nuovo.


Nella speranza che con questi consigli riusciate a finire bene un’anno incredibilmente duro vi auguriamo un natale sereno ed un felice anno nuovo!

Vuoi più informazioni?

Iscriviti subito per una prova gratuita di 30 giorni e inizia ad esplorare la potenza del PMS di Icnea.

Richiedi una demo
demo icnea pms