Nuove tendenze del 2020

mercoledì 15 gennaio 2020

Nuove tendenze del 2020

Fra le tante nicchie di mercato che compongono il settore turistico, l’affitto breve è certamente una di quelle che ha visto la crescita maggiore negli ultimi anni. Alla radice di questo vero e proprio boom troviamo i nuovi bisogni dei viaggiatori, i quali continuano a stimolare innovazioni, e la tecnologia, che segue le tendenze introducendo innovazioni tecnologiche le quali finiscono per influire anch’esse sui bisogni del viaggiatore stesso. Tutte queste evoluzioni hanno pian piano stravolto quello che un tempo era una vera e propria nicchia di mercato apparentemente fossilizzata facendola diventare un mercato in fermento. Il 2020 si prospetta, per i property managers, un altro anno di ulteriore crescita e cambiamento dovuti a delle tendenze particolarmente significative che coinvolgono sia la domanda che l’offerta.

Se volessimo analizzare il fenomeno turistico partendo da una visione allargata è facile rendersi conto come, fino a non troppo tempo fa, il turista era per lo piú un turista FOMO (Fear of Missing Out), cioè un turista che aveva paura di perdersi qualcosa. Questa tipologia di cliente prenotava piú visite, attivitá e attrazioni possibili per non rischiare di perdersi niente. Negli ultimi anni, invece, si sta consolidando sempre di piú il turismo slow, un turismo piú lento, mirato a godersi di piú le esperienze, e sensibile al tema della sostenibilitá prediligendo mezzi che siano a basso impatto ambientale per esempio.

La sostenibilitá, appunto, continua ad essere un tema molto sensibile alla domanda globale, sempre piú esigente nel pretendere prodotti e servizi che rispettino sempre piú l’ambiente. L’affitto breve non fa eccezione e lo dimostra la domanda stessa, sempre piú attenta nel ricercare e preferire soluzioni sostenibili. In risposta a questa presa di coscienza, anche i property managers hanno iniziato a differenziarsi tramite la valorizzazione di politiche di responsabilitá sociale corporativa. Grazie anche alla tecnologia le soluzioni adottate possono essere diverse e non si limitano ad un banale risparmio dei costi. L’installazione di sistemi di controllo tecnologici che riducono il consumo di acqua, elettricitá o l’uso della plastica possono esserne un esempio. Questa tendenza é presente ovunque, anche nel turismo, non a caso troviamo sempre piú attivitá che ne hanno fatto un vero e proprio marchio di distinzione come gli eco-hotels.

Nel frattempo il settore turistico sta scoprendo nuove tipologie di clienti come i viaggiatori Bleisure, coloro che si spostano per lavoro ma che finiscono con l’estendere il soggiorno per approfittare e conoscere la destinazione. Ci sono poi i Sabaticals, individui che hanno deciso di prendersi un periodo sabbatico per viaggiare e conoscere il mondo, un profilo di cliente sempre piú comune. Un altro esempio è il nomade digitale, lavoratori che non hanno bisogno di stare in ufficio e possono dunque permettersi di lavorare da qualsiasi parte del mondo e quindi poter esplorare diverse destinazioni. Nonostante i profili sopra citati non compongano un numero ancora cosí elevato e rilevante, potrebbe essere interessante seguirne l’evoluzione dato che sono destinati a crescere.

Un altro fenomeno che prende sempre piú forza è la ricerca, da parte del turista, di sentirsi come uno del luogo e non come un turista, uno straniero. In risposta a questa esigenza sono nate, per esempio, svariate APP per incontrare e conoscere la popolazione locale per svolgere attivitá insieme. Questo cambiamento ha influenzato anche l’affitto breve portando i property managers a cambiare strategia passando da una visione totalmente focalizzata esclusivamente nel prodotto principale, l’alloggio, ad una visione piú ampia che pone sempre piú attenzione alla parte esperienziale.

Infine, una volta che la domanda e l’offerta raggiungono certi livelli la differenziazione è, come sempre, la chiave per la sopravvivenza. Man mano che il mercato diventa sempre piú maturo i property managers hanno dunque iniziato a differenziare sempre piú la propria offerta. Questo adattamento ha molteplici vantaggi: permette di conoscere meglio il proprio target il quale, a sua volta, permette di approfondire come meglio soddisfare i suoi bisogni e quindi generare una soddisfazione maggiore al cliente. Ecco quindi che nascono property managers che offrono prodotti gay friendly, pet friendly, per famiglie, single etc.

Come come puó aiutare Icnea?

Per andare incontro ad alcuni di questi cambiamenti gli utenti di Icnea possono iniziare scegliendo i portali di vendita adeguati per concentrarsi al pubblico piú adatto rispetto al prodotto offerto. Cosí facendo la commercializzazione delle proprietá sará sempre diretta verso i clienti piú idonei alla tipologia di prodotto. Per saperne di piú sui tipi di canali disponibili e come usarli potete consultare questo articolo.
In secondo luogo, per promuovere l’ambiente si possono usare le descrizioni delle proprietá, che volendo si possono anche differenziare per i canali piú importanti in modo da far risaltare anche altre qualitá a cui il bacino d’utenza del canale è sensibile. Altrimenti si puó creare un'email automatica ad hoc o inserire un logo eco-friendly nella pagina web d’impresa.

Un altro aspetto che si puó gestire facilmente tramite Icnea è il turismo esperienziale. Esistono molte strategie e best practices in base al tipo di proprietá, posizione, ambiente circostante etc. Una di queste strategie la potete trovare in questo articolo.

Infine, per quanto riguarda le soluzioni tecnologiche, Icnea mette a disposizione la possibilitá di usare prodotti di imprese terze integrati nel nostro sistema. Le soluzioni includono APP per automatizzare l’accesso ad una proprietá (Staymyway), controllare il livello di rumore nelle proprietá (Roomonitor), sistemi di prezzo intelligente (Pricelabs) etc. Appoggiarsi a prodotti esterni puó essere determinante per diminuire i costi, l’impatto ambientale, l’inquinamento acustico e molto altro. Sfruttando tutto il potenziale del PMS Channel Manager di Icnea é piú facile stare al passo con l’evoluzione del mercato degli affitti brevi.

 

Vuoi più informazioni?

Iscriviti subito per una prova gratuita di 30 giorni e inizia ad esplorare la potenza del PMS di Icnea.

Richiedi una demo
demo icnea pms